Fotografia di Cibo Dark e Moody | Il lato oscuro della Food Photography

Nella fotografia di cibo esistono due principali stili fotografici. Uno definito “Light and Airy” caratterizzato da immagini con luci soffuse e soggetti ben illuminati ed uno “Dark e Moody” in cui prevalgono le ombre e l’effetto chiaroscuro. La principale differenza fra questi due generi è l’umore o Mood che suscitano nello spettatore. Essere abili nel fotografare entrambi gli stili ha i suoi vantaggi, infatti permette di offrire ai clienti o ai Follower due diversi modi di realizzare un servizio fotografico food.

foto di cibo hamburger su pietra e sfondo dark

Immagini di cibo composte usando elementi naturali fatti di legno antico, posate in argento, tessuti e sfondi di colori scuri comunicano una sensazione di rustico e casereccio, creando quasi un’atmosfera pittorica. Invece foto di cibo con molta luce, piatti moderni, posate lucidissime, sfondi di colore pastello o completamente bianchi trasmettono l’impressione di trovarci in un ambiente luminoso e arioso in cui possiamo prendere la vita con leggerezza.

Dove trovare accessori per la fotografia di cibo Dark e Moody?

Fotografia di Cibo

I posti migliori dove fare shopping per oggetti di scena da usare nella fotografia di cibo Dark sono i mercatini dell’antiquariato e dell’usato. Se sei fortunato puoi trovare accessori interessanti a pochi euro anche alle vendite che si fanno per svuotare garage e soffitte.

Prima di fotografare un cibo considera sempre quali potrebbero essere gli sfondi migliori, gli oggetti di scena e l’illuminazione che meglio si adatta alla tua idea e al soggetto della foto. Alimenti di colore scuro e rustici come zuppe, frutta secca, dolci al cioccolato, pane e carne sono tutti soggetti ideali da ritrarre in ambienti più scuri. Mentre piatti più leggeri di verdure primaverili e bevande estive richiedono un’atmosfera più leggera e colori più vivaci.

Che cos’è il chiaroscuro?

La fotografia di cibo Dark utilizza la tecnica del Chiaroscuro. Questo termine si riferisce al gioco di luci ed ombre che si osserva sulle superfici e che produce l’idea di volume e tridimensionalità nelle immagini. Questa tecnica viene utilizzata da molti secoli in pittura e la si può ritrovare nei dipinti di numerosi maestri, tra cui Vermeer e Caravaggio. Realizzare immagini di cibo dark e moody richiede un ottimo controllo dell’illuminazione. Solo in questo modo è possibile guidare l’occhio dello spettatore in una zona specifica della foto e creare un’atmosfera drammatica.

Torna su